giovedì 30 marzo 2017

Analisi dell’indice di respirazione dinamico potenziale (IRDP)

Il laboratorio del CAE S.r.l. effettua l'analisi dell'IRDP, il parametro che misura la stabilità biologica di un rifiuto, ovvero il grado di decomposizione della sostanza organica a più alta degradabilità, individuato nei DM 29 gennaio 2007 e  DM 27 settembre 2010 e successive modificazioni.

Il laboratorio del CAE S.r.l. effettua l’analisi dell’indice di respirazione dinamico potenziale (IRDP), il parametro che misura la stabilità biologica di un rifiuto, ovvero il grado di decomposizione della sostanza organica a più alta degradabilità.

Si sottolinea come nelle Linee Guida per l’identificazione e l’utilizzazione delle migliori tecniche disponibili per gli impianti di trattamento meccanico biologico, di cui al DM 29 gennaio 2007, l’IRDP, posto pari a 1.000 mg O2*kgSV-1*h-1 a fine fase di biossidazione attiva e a 700 mg O2*kgSV-1*h-1 al termine della fase di maturazione, è utilizzato come misura della degradazione della sostanza organica.

Purtuttavia valori superiori evidenziano, infatti, la necessità di completare il trattamento della frazione umida sottoponendola ad un più efficace processo di stabilizzazione al fine di portare il valore dell’IRDP al disotto dei limiti sopra indicati.

Lo stesso parametro è anche individuato dal DM 27 settembre 2010 e successive modificazioni nella nota g alla tabella 5 per indicare i rifiuti che, sottoposti a trattamento meccanico biologico, possono derogare al parametro DOC ed essere, pertanto, considerati stabilizzati.

Ulteriori informazioni possono essere richieste al nostro Responsabile Settore Ecologia Stefano Virgulti cell 3355639400

Pubblicato il 30/03/2017