giovedì 20 giugno 2019

ECO & SAFETY NEWS giugno2019

News ambiente: R.T. Albo Gestori Ambientali, sfalci e potature, impianti smaltimento residui riciclo, combustione residui vegetali

News sicurezza: verifiche impianti di messa a terra, certificazione impianti e verifica attrezzature, prevenzione incendi, bonifica amianto

News ambiente

R.T. Albo Gestori Ambientali: i Responsabili Tecnici (R.T.) delle ditte già iscritte alla data del 16/10/2017 potranno continuare a svolgere la propria attività, in regime transitorio, fino al 16/10/2022. Da gennaio 2021 i R.T. dovranno sostenere le verifiche di aggiornamento dell’idoneità, senza più possibilità di svolgere i propri compiti in caso di non superamento della prova. Sul sito dell’Albo Gestori Ambientali sono disponibili i quiz sia per il modulo obbligatorio per tutte le categorie che per quello specialistico.

Sfalci e potature: il 03/05/2019 è entrata in vigore la Legge n. 37 a seguito della quale la disciplina sui rifiuti non si applica al materiale agro-forestale non pericoloso, inclusi sfalci e potature derivanti dalla manutenzione del verde pubblico dei Comuni, solo se successivamente utilizzato in agricoltura o per produrre energia e a patto che non si danneggi l’ambiente e non si metta in pericolo la salute.

Impianti smaltimento residui riciclo: è stato recentemente evidenziato come l’accumulo dei residui derivanti dalle operazioni di riciclo stia portando a un progressivo blocco degli impianti di riciclo. Le problematiche riguardano la scarsa omogeneità nella distribuzione degli impianti di incenerimento, nei sempre più alti obiettivi di riciclo e nel blocco delle importazioni di diversi tipi di rifiuti da parte dei paesi asiatici, di conseguenza le proposte formulate per superare queste difficoltà poggiano su raccomandazioni a breve termine (maggiore facilità di accesso agli impianti di smaltimento dei residui) e medio-lungo termine (miglioramento dell’efficienza della filiera, innovazione tecnologica).

Combustione residui vegetali: con sentenza n. 3598 del 24/01/2019 la Corte di Cassazione ha stabilito che la combustione dei residui vegetali è considerata “pratica agricola” solo se rispetta le condizioni di cui all’art. 182 comma 6-bis D.Lgs. 152/06, in caso contrario deve trattarsi di attività autorizzata.

News sicurezza

Verifiche impianti di messa a terra: Il DPR 462/01 ha introdotto maggiori obblighi e responsabilità per il Datore di Lavoro in relazione alla verifica periodica dell’impianto elettrico di messa a terra. A esso spetta l’onere di effettuare i controlli e tutte le aziende, proprietarie o affittuarie dell’immobile, con almeno un dipendente, sono obbligate a effettuare tali verifiche. Per maggiori informazioni sui servizi offerti il riferimento è la dott.ssa Laura Carnevali di Progetto Verifiche Srl che, collaborando con Controllo Inquinamento Ambientale s.c. e in concerto con Veneta Engineering, è in grado di effettuare le citate verifiche in conformità con la vigente normativa.

Certificazione impianti e verifica attrezzature: il 27 maggio INAIL ha attivato CIVA (Certificazione Impianti e Verifiche Attrezzature), che da oggi rappresenta l’unica modalità di inoltro delle denunce di messa in servizio e delle richieste di verifica di messa in servizio e di prima verifica di apparecchiature rientranti nell’allegato VII del D.Lgs. 81/08. Nulla cambia invece per le verifiche periodiche successive alla prima.

Prevenzione incendi: Il 20/10/2019 entreranno in vigore le recenti modifiche al Codice di prevenzione incendi, di conseguenza sarà obbligatorio l’utilizzo della Regola Tecnica Orizzontale per tutte quelle attività non dotate di Regola Tecnica Verticale, escludendo di fatto la possibilità di utilizzare i criteri tecnici di prevenzione incendi. L’obbligo riguarderà sia le attività di nuova realizzazione sia le modifiche, anche solo parziali, alle attività esistenti, qualora le misure di sicurezza antincendio siano compatibili con le modifiche proposte.

Bonifica amianto: un recente disegno di legge presentato in Parlamento stabilisce che entro il 01/01/2024 dovrà essere effettuata la bonifica dall’amianto nei luoghi di lavoro, includendo anche gli esercizi aperti al pubblico, le scuole, gli ospedali, ecc. Sono previsti incentivi fiscali per le spese della bonifica ed entro il 01/01/2020 la presenza di amianto dovrà essere segnalata con apposita etichetta.

Per saperne di più scarica la ECO & SAFETY NEWS di giugno 2019 del Centro Assistenza Ecologica Srl.

Pubblicato il 20/06/2019