Taratura e controllo degli analizzatori in continuo (SME)

Il Centro Assistenza Ecologica Srl è in grado di offrire numerosi servizi ai gestori che hanno installato, o prevedono di installare, dei sistemi di monitoraggio in continuo delle emissioni in atmosfera (SME) nei propri impianti, conformemente a quanto previsto dal D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii. o da prescrizioni autorizzative specifiche. In particolare la nostra struttura è in grado di effettuare le prove e le procedure di taratura e verifica QAL2, AST, IAR e ogni ulteriore controllo previsto dalla normativa.

Disponiamo infatti alla sezione Consulenza, che affianca l’azienda nella scelta della strumentazione tecnicamente più idonea, oltre che nell’elaborazione e verifica di tutta la documentazione necessaria alla corretta gestione dello SME (es. manuale SME, formazione e addestramento, ecc.); abbiamo inoltre la sezione Indagini alle Emissioni in atmosfera, che è in grado di effettuare tutte le verifiche previste dalla normativa vigente, in quanto dotata, oltre che di strumenti altamente tecnologici e personale qualificato, del necessario accreditamento secondo la UNI EN ISO 17025:2005), obbligatorio per legge.

Le attività di cui sopra sono svolte in conformità a quanto previsto dai seguenti documenti:

  • Lgs. 152/06 e ss.mm.ii.
  • UNI EN 14181:2015
  • Documento 87/2013 ISPRA Guida Tecnica per i gestori dei Sistemi di Monitoraggio in continuo delle Emissioni in atmosfera (SME)

Le prove accreditate ai sensi della UNI EN ISO 17025:2005 (accreditamento n. 0191 del Centro Assistenza Ecologica Srl) sono:

  • Portata UNI EN ISO 16911-1:2013 Annex A
  • Determinazione della concentrazione volumetrica di Ossigeno UNI EN 14789:2017
  • Determinazione del Vapore acqueo nei condotti UNI EN 14790:2017
  • Determinazione della concentrazione massica di Monossido di Carbonio UNI EN 15058:2017
  • Determinazione della concentrazione massica di Ossido di Azoto UNI EN 14792:2017
  • Anidride Carbonica (CO2) ISO 12039:2001
  • Carbonio Organico Totale (TOC)                                 UNI EN 12619:2013
  • Polveri totali UNI EN 13284-1:2017

Nel dettaglio i servizi di taratura e verifica in campo degli SME comprendono:

  • Verifica della conformità del sito di misurazione

Verifica della rappresentatività della sezione e del punto di campionamento, svolta mediante lo studio dell’omogeneità del flusso e del rispetto dei requisiti geometrici della sezione di misurazione, secondo quanto previsto dalla UNI EN 15259:2008.

  • QAL2 – Secondo Livello di Assicurazione della Qualità

Le prove eseguite con questo protocollo prevedono una verifica dei seguenti elementi, secondo quanto previsto dalla UNI EN 14181:2015:

  • corretta installazione dell’AMS (test funzionale);
  • taratura dell’AMS per mezzo di misurazioni parallele con SRM (Standard Reference Methods) effettuate da laboratori in possesso di accreditamento ai sensi della UNI EN 17025:2005 per i parametri oggetto della prova;
  • determinazione della variabilità dell’AMS e controllo della conformità con l’incertezza richiesta.

La procedura di QAL2 va effettuata almeno ogni 5 anni.

  • AST – Prova di Sorveglianza Annuale

Le prove eseguite con questo protocollo, secondo quanto previsto dalla UNI EN 14181:2015, hanno lo scopo di verificare la validità della funzione di taratura dell’AMS determinata durante la procedura di QAL2, oltre a valutare se la precisione dell’AMS rientri ancora nei limiti richiesti.

Anche la procedura di AST, da eseguirsi con cadenza annuale, prevede un test funzionale e delle misurazioni parallele con SRM (Standard Reference Methods) effettuate da laboratori in possesso di accreditamento ai sensi della UNI EN 17025:2005 per i parametri oggetto della prova.

  • IAR – Determinazione dell’Indice di Accuratezza Relativo

Secondo quanto previsto dall’Allegato VI alla parte V del D.Lgs. 152/2006 la verifica di accuratezza di una misura si effettua con periodicità annuale confrontando le misure rilevate dal sistema in esame con le misure rilevate nello stesso punto o nella stessa zona di campionamento con un sistema di riferimento (SRM) certificato. L’allineamento tra i due sistemi si valuta tramite l’Indice di Accuratezza Relativo (IAR) effettuando almeno tre misure di confronto.

  • Taratura di analizzatori in situ con misurazione indiretta delle polveri

Consiste nella determinazione in campo della curva di correlazione tra risposta strumentale dell’analizzatore sotto esame e valori forniti in parallelo da un sistema di riferimento, da effettuarsi con periodicità annuale, secondo quanto previsto dall’Allegato VI alla parte V del D.Lgs. 152/2006.

  • Test di linearità

La verifica della linearità viene eseguita in conformità all’Allegato B della norma UNI EN 14181:2015.

Tale verifica, da effettuarsi con cadenza annuale, consiste nella misurazione, da parte dell’analizzatore sotto esame, di 5 livelli di concentrazione noti per sei misurazioni (tipicamente 0, 20, 40, 60, 80% del valore di fondo scala impostato per lo strumento e nuovamente 0%). Ad ogni concentrazione nota devono essere effettuate almeno tre letture.

Tali concentrazioni sono opportunamente riprodotte tramite diluitore certificato e bombole di gas di riferimento certificate.

Le nostre certificazioni
Certificazioni Ecocae


Seguiteci su:


Dove siamo
Centro Assistenza Ecologica Srl - Soc.Unipersonale

Via Caduti del Lavoro, 24/I 60131 Ancona

Indicazioni


©2020

Ecocae - Centro Assistenza Ecologica

- All rights reserved | Cookie policy